Seleziona Pagina

“Vita D’artista”, un disco libero dagli schemi e le sovrastrutture delle mente umana

“Vita D’artista”, un disco libero dagli schemi e le sovrastrutture delle mente umana

Serena Brancale racconta un po’ di se e del suo nuovo lavoro dal titolo “Vita D’artista”

 

Ciao Serena, è davvero un piacere poter scambiare due chiacchere con te in occasione dell’uscita del tuo ultimo album Vita D’Artista. Chi vede protagonista questo tuo nuovo progetto? Raccontaci qualcosa di questo tuo ultimo lavoro.

Questo ultimo progetto per me rappresenta la rinascita.Ho scritto delle canzoni che dipingono piccoli momenti vissuti dal Festival di Sanremo a oggi. I viaggi, le delusioni,  le notti insonni, gli incontri. In questo album affronto la musica con maggiore consapevolezza, con qualche anno in più. Ma a mio parere la vita di un’artista è infinita e bisogna sempre conservare la giusta incoscienza per scrivere canzoni ed emozionarsi. Cercare di non diventare mai completamente grandi.

Ho ascoltato il singolo dall’omonimo titolo, appunto Vita d’Artista che si distingue molto rispetto al tuo solito genere, ti stai proiettando verso una carriera più POP?

Non ho mai pensato di diventare pop, mi sono sempre sentita in mezzo a tanti generi. Quando provo a scrivere una canzone con i giusti parametri pop mi sale l’ansia, non mi sento mai troppo adeguata.

Scrivo in maniera libera, appena chiudo un pezzo decido il vestito da dargli. Cosi è stato pensato il disco.

Libero da questi schemi, che alla fine sono solo sovrastrutture della nostra mente.

 


E non solo canti, polistrumentista, ballerina e attrice, insomma un’artista a tutto tondo. Qual è l’espressione che più ti rappresenta?

Mi rappresenta di più il canto perché nella musica posso inserire la recitazione, lo studio di alcuni strumenti, la danza. Nella performance ho trovato la giusta forma per esprimere la mia arte.

Leggo che da piccina prendevi lezioni di violino, che rapporto hai con questo tuo primo strumento?

Il violino è in casa, provo a suonarlo qualche volta.

Da poco ne ho acquistato uno nuovo É stato il primo strumento che ho studiato ma avrei suonato volentieri la batteria. Tuttavia grazie al violino ho imparato da piccola a leggere lo spartito e ho apprezzato la musica classica.

Ora che l’album è pronto passiamo ai concerti. Quando partirai con il tour?

Il tour incomincia da quest’estate ed è frammentato tra estate e autunno. A settembre ci saranno delle bellissime date. La prossima data di presentazione è il 3 giugno a Roma, Teatro Eliseo.

Vi aspetto!!

Circa l'autore

Denise Bastone

Cantante, interprete e insegnante di tecnica vocale e yoga comincio i miei percorsi di ricerca personale molto giovane, prendo parte a compagnie di teatro sociale e inizio a prendere lezioni di canto formali a 20 anni ad indirizzo jazz.

#iorestoacasa Playlist

VIDEO

Caricamento in corso...
Share This