Seleziona Pagina

IL JAZZ ITALIANO PER LE TERRE DEL SISMA

IL JAZZ ITALIANO PER LE TERRE DEL SISMA

30 agosto a Camerino (MC)
31 agosto a Scheggino (PG)
1 settembre ad Amatrice (RI)
2 settembre a L’Aquila
#jazz4italy

80 concerti 570 musicisti

Anche quest’anno, il jazz Italiano torna a mobilitarsi per le terre colpite dal sisma. Saranno quattro le città coinvolte, confermando l’impegno avviato nell’edizione 2017 in quattro giornate consecutive di concerti: il 30 agosto a Camerino (MC), il 31 agosto a Scheggino (PG), il 1 settembre ad Amatrice (RI) e per finire il 2 settembre a L’Aquila con 20 plachi,80 concerti e 570 musicisti coinvolti.

Musicisti, provenienti da tutta Italia, parteciperanno a questo grande evento, ormai simbolo dell’impegno e dell’unione del mondo del jazz a favore dei territori e delle popolazioni colpiti dal terremoto. Con lo stesso spirito e forti della nascita della Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano”, organo che, in questo senso, va a riassumere perfettamente il lavoro di rete fatto in questi anni, presentiamo anche per il 2018 la manifestazione, promossa da MiBAC – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dal Comune dell’Aquila-Comitato Perdonanza, sostenuta da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, in qualità di main sponsor, con il supporto di NUOVOIMAIE e il contributo tecnico di CAFIM, e organizzata dalla Federazione stessa, Associazione I-Jazz, MIDJ – Musicisti Italiani di Jazz e Casa del Jazz; anche per questo anno è confermata l’adesione anche dei comuni di Scheggino, Camerino e Amatrice. Da segnalare, per quest’ultime amministrazioni coinvolte, l’organizzazione e il sostegno di Associazione VisioninMusica (Scheggino), Musicamdo Jazz e TAM-Tutta un’Altra Musica (Camerino) e Fara Music (Amatrice).

Fortemente voluta dal MiBAC, dai sindaci dei quattro centri coinvolti (Pierluigi Biondi, Sindaco L’Aquila; Filippo Palombini, Sindaco Amatrice; Gianluca Pasqui, Sindaco Camerino; Paola Agabiti Urbani, Sindaco Scheggino) e dal musicista e direttore artistico Paolo Fresu, l’iniziativa sarà caratterizzata da una natura itinerante, che ne contraddistingue l’organizzazione dal 2017: quattro giorni di grande musica che tracceranno un ponte ideale, un filo indissolubile di bellezza e arte nel cuore rosso dell’Italia. L’inizio è previsto il 30 agosto a Camerino (MC) con concerti dalle 19.30 nella zona della Rocca Borgesca; il 31 agosto la manifestazione si sposterà a Scheggino (PG), in Piazza Carlo Urbani, dalle ore 19:00, il 1 settembre ad Amatrice (RI), presso il parcheggio ex area ANPAS (Villa San Cipriano di Amatrice), dalle 18:00, per concludersi il 2 settembre all’Aquila, con centinaia di musicisti e numerose band, che suoneranno in oltre 15 luoghi diversi della città, e un jazz club tutto nuovo in Piazza Chiarino (una delle novità di questa edizione) gestito per l’occasione da Italia Jazz Club.

L’Aquila, inoltre, il 1° settembre, alle ore 12:00, ospiterà la partita di calcio di beneficenza organizzata dalla Nazionale Italiana Jazzisti che sfiderà AmiciAmatriceAquila AAA presso lo stadio comunale dell’Aquila. Lo scopo dell’iniziativa si inserisce a pieno nello spirito della manifestazione e ne rafforza le finalità benefiche: La Nazionale Italiana Jazzisti, le istituzioni aquilane e amatriciane e personaggi della cultura e dello spettacolo uniti in campo per la solidarietà.

“L’Aquila cresce al ritmo vertiginoso del jazz – dichiara Paolo Fresu, direttore artistico dell’iniziativa e presidente della Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano” – Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma ha coinvolto, in soli quattro anni, circa 2500 musicisti con oltre 400 concerti dimostrando quanto la vitalità e la poesia del nostro linguaggio artistico siano preziose nella tessitura del pensiero architettonico, sociale, umano ed economico della città e degli altri comuni colpiti dal sisma.
Dal 2019 l’Aquila diverrà la capitale del jazz italiano con un festival autonomo e che dialogherà anche con Amatrice, Camerino e Scheggino.
La Federazione Nazionale IJI, oggi strumento prezioso per tutto il nostro jazz, è pronta a collaborare e a proseguire in questo simbiotico percorso”.

“La Società Italiana degli Autori ed Editori conferma anno dopo anno il suo impegno in prima linea nel sostenere progetti e manifestazioni come Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma che sanno unire musica e solidarietà per la ricostruzione del tessuto sociale e la rinascita della vita culturale delle popolazioni colpite dai tragici eventi naturali – commenta Filippo Sugar, Presidente SIAE – Purtroppo negli ultimi anni il nostro paese è stato sconvolto da gravissime devastazioni; il sostegno di SIAE in favore delle comunità del centro Italia duramente colpite dagli eventi sismici ha trovato declinazioni concrete in iniziative come ‘Il Jazz italiano per L’Aquila’, ‘SIAE per Amatrice’ e ‘RisorgiMarche’, nella convinzione che la cultura e l’amore per il territorio siano la solida base su cui poggia ogni ricostruzione”.

“Il NUOVOIMAIE è lieto di partecipare a questa importante manifestazione culturale – dice il presidente Andrea Miccichè – che ci auguriamo possa contribuire a dare fiducia agli abitanti dei territori colpiti dal sisma, ma anche rappresentare uno stimolo per il rilancio turistico. Siamo fortemente convinti che l’unione tra musica, arte in generale e solidarietà possa far aumentare la possibilità di centrare obiettivi importanti”.

“La relazione che esiste tra la città dell’Aquila e il jazz è intensa, quasi intima – dichiara il Sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi – ad accomunarli sono la tradizione, la continua ricerca di nuove forme di sperimentazione e l’apertura al futuro che, però, non può non tener conto di solide radici. Centinaia di artisti, riuniti in un’unica federazione, si esibiranno in un vero e proprio laboratorio a cielo aperto, tra scorci di una città che sta recuperando la sua identità e autentici gioielli restituiti alla comunità dall’opera di ricostruzione che verranno messi a disposizione per una giornata che, mi auguro, possa diventare un appuntamento fisso per il capoluogo abruzzese. Con Il Jazz italiano per le Terre del Sisma il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, il maestro Paolo Fresu e il suo staff dimostrano, una volta di più, di essere amici di questa terra accogliente e complessa”.

Anche l’iniziativa di quest’anno (che si aggiunge a quella degli ultimi due anni) collabora in modo associativo con Io Ci Sono Onlus alla costruzione del Centro Polifunzionale di Amatrice ed alle successive attività socio-culturali che daranno vita e respiro alla struttura.

Il coordinamento generale del progetto è realizzato dalla Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano”, dall’Associazione I-Jazz (che raccoglie i principali festival e progetti di jazz italiani), unitamente all’Associazione Musicisti Italiani di Jazz (MIDJ) e alla Casa del Jazz di Roma.
“Il jazz italiano per le terre del sisma” è promosso dal MIBACT, Comune dell’Aquila-Comitato Perdonanza, con l’adesione di Comune di Scheggino, Comune di Camerino e Comune di Amatrice. SIAE si conferma main sponsor dell’evento, con il contributo di NUOVOIMAIE e CAFIM.

“Il jazz italiano per L’Aquila” è stato il primo capitolo di un percorso importante, significativo, indimenticabile che ha visto riversarsi nel capoluogo abruzzese, il primo weekend del settembre 2015, un fiume di persone appassionate che si sono strette attorno al cuore di una realtà ancora profondamente segnata dal terremoto del 2009. L’anno successivo, il tentativo di organizzare una seconda edizione è stato spazzato via dal terribile sisma che ha messo in ginocchio il centro Italia, il 24 agosto. Tutta l’Italia del jazz, però, si è prontamente mobilitata per riuscire a riunire i pezzi di un progetto che, alla luce di quanto successo, poteva avere ancora più valore. Il 4 settembre 2016 la penisola intera, da Courmayeur a Lampedusa, ha visto nascere “Il jazz italiano per Amatrice”, una maratona nazionale che ha avvicinato e unito i cuori e i luoghi nel grande abbraccio della musica. Nel 2017, memori di questo piccolo grande miracolo e ancora più fiduciosi nel continuare l’opera di sensibilizzazione indirizzata ad accelerare i tempi della ricostruzione delle zone terremotate, gli organizzatori hanno dato vita a “Il Jazz italiano per le terre del sisma” in un’ottica ancora più integrata di condivisione e diffusione del forte messaggio di solidarietà.

 

GUARDA IL VIDEO

 

PROGRAMMA

IL JAZZ ITALIANO PER LE TERRE DEL SISMA

Edizione 2018

 

30 agosto

Camerino

 

Rocca Borgesca

(in caso di pioggia: Auditorium Benedetto XIII / Colle Paradiso Via Le Mosse)

AREA FOOD: in collaborazione con le attività commerciali di Camerino colpite dal sisma e IMT

 

19:30

Alberto Napolioni & Penta Res

Alberto Napolioni, pianoforte, elettronica; Diego Massimini, Andrea Esposto, violino; Vincenzo Pierluca, viola; Federico Bracalente, violoncello; Edoardo Petracci, contrabbasso

 

20:30

Pescara Jazz Festival

Pescara Jazz Messanger

Emanuela Di Benedetto, voce; Giulio Gentile, pianoforte; Christian Mascetta, chitarra elettrica; Emanuele Di Teodoro, contrabbasso; Michele Santoleri, batteria

 

21:30

Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura

Paolo Fresu, tromba; Daniele Di Bonaventura, bandoneon

 

31 agosto

Scheggino

 

Piazza Carlo Urbani

(in caso di pioggia: Sala Polivalente)

 

19:00

Vincitore Premio Massimo Urbani

Tommaso Perazzo Trio

Tommaso Perazzo, pianoforte; Giuseppe Romagnoli, contrabbasso; Marcello Cardillo, batteria

 

 

21:00

Karima

Karima, voce; Fabio Giachino, pianoforte; Jacopo Ferrazza, basso e contrabbasso; Ruben Bellavia, batteria

 

22:15

Claudio Jr De Rosa Quartet

Claudio De Rosa, sassofono; Alessio Busanca, pianoforte; Tommaso Scannapieco, contrabbasso; Luigi Del Prete, batteria

 

1 settembre

Amatrice

 

Parcheggio ex area ANPAS

 

15:30

Corpo Bandistico di Accumuli

 

16:00

Night Dreamers

Emanuele Sartoris pianoforte; Simone Garino sax soprano; Antonio Stizzoli, batteria; Dario Scopesi, contrabbasso

 

17:00

Beatrice Arrigoni Trio

Beatrice Arrigoni, voce e composizioni; Lorenzo Blardone, pianoforte; Andrea Grossi, contrabbasso

 

18:00

John De Leo trio

John De Leo, voce; Fabrizio Tarroni, chitarra semiacustica; Franco Naddei, manipolazione del suono in tempo reale

 

19:00

Bear Trip

Lewis Saccocci, tastiere e synth; Gianmarco Tomai, basso e synth; Nicolò Di Caro, batteria

 

1 settembre | L’Aquila

 

Piazza Chiarino

(prospiciente Via Garibaldi)

DJ set ore 23:00

A cura di DJ Rocca

 

Piazzetta del Sole

(Largo Silvestro dell’Aquila)

Umbria Jazz Club

In collaborazione con Italia Jazz Club

Ore 21.30

Jazz Band resident con Piero Odorici, sax tenore; Roberto Rossi, trombone; Roberto Tarenzi, pianoforte; Stefano Senni, contrabbasso; Adam Pache, batteria

 

A seguire jam session

 

2 settembre

L’Aquila

 

Basilica di San Bernardino

10:00

100Cellos con Giovanni Sollima & Enrico Melozzi

 

Casa dello Studente

(Via XX Settembre)

12:00

Joe Barbieri “Origami”

Joe Barbieri, chitarra e voce; Sergio Di Natale, batteria; Giacomo Pedicini, basso; Antonio Fresa, pianoforte; Stefano Jorio, violoncello

 

Chiesa di San Giuseppe Artigiano

(Via Sassa)

14:00

Vittorio Solimene piano solo

 

14:50

Livio Minafra piano solo

 

15:40

Andrea Pozza piano solo

 

16:30

Francesco Scaramuzzino piano solo

 

Piazza Duomo

15:00

Big Band del Conservatorio di Musica “A. Casella” dell’Aquila diretta da Massimiliano Caporale

Inga Taranu, Giorgia Caporale, Matteo Troili, voci; Simone Blasioli, Sabatino Matteucci, Gianluca Caporale, Leonardo Tullj, Antonio Marinelli, sassofono; Maurizio Loreti, Lorenzo Capitani, Giordano Lizzi, Guido Tomassetti, tromba; Giorgio Filippetti, Giampiero Bianchi, Roberto Castelli Costanzo Pietrantoni, tromboni e tuba; Alberto Bianchi, pianoforte; Aurelio Almonte, Ilario Maggi, chitarra; Pietro Pancella, contrabbasso; Davide Di Giuseppe, batteria

 

16:00

Campania Feelix Jazz Orchestra diretta da Pietro Condorelli

Antonio Perna, pianoforte; Giampiero Franco, batteria; Luciano De Fortuna, percussioni; Ciro Imperato, contrabbasso; Alessandro Tedesco, Giuseppe Casanova, Umberto Marro, Enzo Vuolo, trombone; Gianni Taglialatela, sax baritono; Emilio Merola, Gianni D’Argenzio, sax tenore; Andrea Ventriglia, Antonio Bocchino, Maurizio Conte, sax contralto; Flavio Dapiran, Benny Brignola, Carmine Pascarella, Almerigo Pota, Nicola di Donna, tromba

 

17:00

Dino Plasmati & LJP Big Band “GROWING UP”

Dino Plasmati, chitarra e direzione; Claudio Chiarelli, Michele Munno, sax alto; Angelo Manicone, Tommaso Capitolo, sax tenore; Enzo Appella, sax baritono; Franco Angiulo, Antonio Pace, Saverio Sansone, Nino Bisceglie, trombone; Luciano Palmitessa, Marco Sinno, Nicola Cellai, Nicola Di Marzio, Emanuele Lamacchia, tromba; Nico Marziliano, pianoforte; Antonello Losacco, basso; Vito Plasmati, batteria;

 

18:00

Agora Ta’ – Bonporti Jazz Band

Barbara Casini (voce), Paolo Silvestri (direzione e arrangiamenti) e la Big Band del Conservatorio di Trento

Serena Marchi, flauto; Maximilian Oberrauch, Martina D’Amico, Andrey Pletnev, Pietro De Vecchi, Mattia Giacomozzi, sassofono; Lara Eccher, Gabriele Zucchini, corno; Demetrio Bonvecchio, Luca Pezzedi, trombone; Christian Stanchina, Emiliano Tamanini, Michele Schelfi, Giovanni Parinello, tromba; Andi Kongo, pianoforte; Stefano Mosna, chitarra; Roberto Marangio, basso; Alessandro Ruocco, batteria

 

19:00

Duccio Bertini e Rainbow Jazz Orchestra “A View on Stardards”, special guest: Stefano Cocco Cantini

Stefano Cocco Cantini, sax tenore; Duccio Bertini, direzione e arrangiamenti; Renzo Tellolli, Michele Tino, sax alto; Marco Bini, sax tenore; Giovanni Pecchioli, sax tenore e clarinetto; Claudio Ingletti, sax baritono; Maurizio Pasqui, Mirco Rabitti, Nicola Cellai, Valerio Mazzoni, tromba; Paolo Acquaviva, Franco Angiulo, Antonio Pace, trombone; Dino Plasmati, chitarra; Francesco Maccianti, pianoforte; Guido Zorn, contrabbasso; Bernardo Guerra, batteria

 

Palazzo Di Paola

(Corso Vittorio Emanuele 95)

15:00

Giampaolo Ascolese – Mauro Zazzarini “BIG-BAG”

Mauro Zazzarini, sax tenore; Giampaolo Ascolese, batteria; Francesco Lento, tromba; Andrea Beneventano, pianoforte; Elio Tatti, contrabbasso

 

16:00

Emanuele Primavera EP4tet

Emanuele Primavera, batteria; Alessandro Presti, tromba; Raffaele Genovese, pianoforte; Carmelo Venuto, contrabbasso

 

17:00

Salvatore Maltana “Melodrum Ensemble”

Salvatore Maltana, contrabbasso; Salvatore Spano, pianoforte; Francesco Brancato, batteria

 

18:00

Lorena Fontana Quartetto

Lorena Fontana, voce; Giulio Stermieri, pianoforte; Simone di Benedetto, contrabbasso; Riccardo Cocetti, batteria

 

19:00

T.R.E.

Alessandro Giachero, pianoforte; Stefano Risso, contrabbasso; Marco Zanoli, batteria

 

Largo Pischedda

(Lato Scalinata di San Bernardino)

15:30

Fano Jazz Network

Daniele di Gregorio e Lorenzo Tucci Duo

Daniele di Gregorio, marimba; Lorenzo Tucci, batteria

 

16:30

Annalisa Marianella “Red Shoes Small Band”

Annalisa Marianella, voce; Giulio Barbieri, sax alto; Stefano Di Grigoli, sax tenore; Italo D’Amato, sax baritono; Benedetto Cerasani, chitarra; Toni Orlandi, tromba;

Luca Giustozzi, trombone; Stefano Battaglia, contrabbasso; Antonio Marianella, batteria

 

17:30

“Secondo” (su Casadei)

Claudio Zappi, clarinetto; Alessandro Petrillo, chitarra; Mirko Meloni, contrabbasso; Gianluca Nanni, batteria

 

18:30

Pippo Matino “Essential Team”

Pippo Matino, basso; Alessandro Tedesco, trombone; Pietro Iodice, batteria

 

19:30

Marco Zurzolo

Marzo Zurzolo, sassofono; Alessandro Tedesco, trombone; Davide Costagliola, basso; Gianluca Brugnano, batteria

 

Auditorium del parco

(Viale Medaglie d’Oro – Parco del Castello Cinquecentesco)

Esterno – “Spazio Infanzia”

dalle 12:00 alle 14.45

Laboratorio “Nati nelle note”

 

Sviluppo della musicalità per neonati e bambini 0-5 anni.

Un solo accompagnatore per ogni partecipante (max 15 partecipanti per gruppo)

 

PRENOTAZIONE al numero 3284781160

Gruppo Gattonanti (0-15 mesi) h 12.00 (45’)

Gruppo misto (3-5 anni) h 13.00 (45’)

Gruppo Camminanti (16-36 mesi) h 14.00 (45’)

 

15:30

Alessandro Sanna, Melania Longo e Sonia Peana | “Una casa, la mia casa”

Progetto didattico per l’infanzia

 

17:00

Orchestra Stabile IC Villasanta

Diretta dal M° Felice Clemente

 

Michela Barzaghi, Noemi Gianella, Clara Grandi, Giorgio Lorusso, Nicole Varani, Simone Gualtieri, Federico Repossi, flauto dolce; Allegra Pennati, Christian Fuentes, Emma Palmieri, James Barber, Lorenzo Peco, Mattia Cunegatti, Riccardo Valenti, Viola Jacovino, Anita Di Muzio, chitarra; Amelia Costa, sax alto; Cristian Priamo, Lucia Borsa, Tito Soren; Carola Paschetto, Laura Citterio, Maria Vittoria Cruz, voce; Carlotta Bitto, Benedetta Bruna, Giulio Perrore, Leonardo Palugan, Leonardo Quadrini, Samuele Baldo, Sofia Pennacchio, pianoforte; Alessandro Bazzoli, batteria; Riccardo Sardi, percussioni

 

 

Auditorium del parco

Spazio interno

15:00

Alessandro Scala quartetto

Alessandro Scala, sassofono; Emiliano Pintori, pianoforte; Mauro Massoni, contrabbasso; Stefano Paolini, batteria

 

16:00

Joe Pisto 5et

Joe Pisto, voce e chitarra; Claudio Vignali, piano, rhodes, moog; Federico Sportelli, sassofono; Tiziano Bianchi, tromba; Marco Frattini, batteria

 

17:00

Gianni Cazzola “Tributo Ellington – Monk”

Gianni Cazzola, batteria; Simone Daclon, pianoforte; Alex Orciari, contrabbasso

 

18:00

Enzo Favata “Inner Roads”

Enzo Favata, sax e clarinetti; Enrico Zanisi, pianoforte; Salvatore Maiore, contrabbasso; Ut Gandhi, batteria

 

19:00

Carla Marcotulli and her band: “Love is… the sound of surprise”

Carla Marcotulli, voce; Fernando Ramses Pena Diaz, pianoforte; Alessandro Bintzios, contrabbasso; Sami Nanni, chitarra; Federico Chiarofonte, batteria; Valerio Prigiotti, tromba; Stefano Di Grigiori, sax tenore; Patrizio Destriere, sax soprano; Riccardo Nebbiosi, sax baritono; Elisabetta Mattei, trombone

 

Piazza Chiarino

15:30

Giacomo Tantillo 4et “Water Trumpet”

Giacomo Tantillo, tromba; Andrea Rea, pianoforte; Giovanni Villafranca, contrabbasso; Enrico Morello, batteria

 

16:30

Alessandro Paternesi P.O.V. Quintet

Alessandro Paternesi, batteria; Simone La Maida, sax; Enrico Zanisi, pianoforte; Francesco Fiorenzani, chitarra; Gabriele Evangelista, contrabbasso

 

17:30

Andrea Polinelli “Vision of Sylvian”

Andrea Polinelli, sax alto; Antonio Magli, pianoforte

 

18:30

Tiziano Bianchi “Now and Then”

Tiziano Bianchi, tromba e flicorno; Samuele Riva, violoncello; Claudio Vignali, pianoforte; Marco Frattini, batteria

 

19:30

Cinzia Tedesco “Like a Bob Dylan”

Cinzia Tedesco, voce; Stefano Sabatini, pianoforte e arrangiamenti; Roberto Guarino, chitarra e synth; Luca Pirozzi, contrabbasso; Pietro Iodice, batteria

 

Piazzetta del Sole

Umbria Jazz Club

In collaborazione con Italia Jazz Club

Ore 23:00

Jazz Band resident con Piero Odorici, sax tenore; Roberto Rossi, trombone; Roberto Tarenzi, pianoforte; Stefano Senni, contrabbasso; Adam Pache, batteria

 

A seguire jam session

 

Palazzo Lucentini-Bonanni

(Piazza Regina Margherita)

15:30

Sebastiano Dessanay Rebis Trio

Sebastiano Dessanay, contrabbasso; Gianluca Corona, chitarra; Alessandro Garau, batteria

 

16:30

Eslem duo

Efrem Scacco, chitarra; Paolo Jus, basso

 

17:30

Paolo De Falco “Like Water In The Bucket”

Paolo De Falco, voce e chitarra; Michele Polga, sax; Daniela Mastrandrea, tastiere; Luigi Catella, contrabbasso; Dario Congedo, batteria; Alissa Huzar, performance

 

18:30

Sandro Fazio “Dear Lord – A Modern Tribute to John Coltrane”

Sandro Fazio, chitarre; Michele Polga, sax tenore; Felix Barth, basso, electronics, voce; Luca Colussi, batteria

 

19:30

Gabriele Boggio Ferraris Quartetto

Gabriele Boggio Ferraris, vibrafono; Massimiliano Milesi, sax; Giacomo Papetti, basso; Alessandro Rossi, batteria

 

Palazzo Carli

(Piazza Vincenzo Rivera)

15:00

Ajugada Quartet “Hand Luggage”

Antonella Vitale, voce; Danielle Di Maio, sax alto e soprano; Gaia Possenti, pianoforte; Giulia Salsone, chitarra

 

16:00

Cettina Donato duo

Cettina Donato, pianoforte; Mimmo Campanale, batteria e multipad

 

17:00

Federica Colangelo quartetto “Chiaroscuro”

Federica Colangelo, pianoforte; Simone Alessandrini, sax alto e soprano; Marco Zenini, contrabbasso; Valerio Vantaggio, batteria

 

18:00

Luca Dell’Anna Quartet “Human See, Human Do”

Luca Dell’Anna, pianoforte e composizioni; Massimiliano Milesi, sax tenore; Gabriele Evangelista, contrabbasso; Alessandro Rossi, batteria

 

19:00

Mauro Verrone 5th

Mauro Verrone, sax alto; Claudio Corvini, tromba; Ettore Gentile, pianoforte; Massimo Moriconi, contrabbasso; Francesco Petreni, batteria

 

Palazzo Cappa-Cappelli

(Corso Vittorio Emanuele)

15:00

Nicola Cordisco Quartetto

Nicola e Daniele Cordisco, chitarra; Antonio Caps, organo hammond; Giovanni Campanella, batteria

 

16:00

Accordi Disaccordi

Alessandro Di Virgilio, chitarra solista; Dario Belucchi, chitarra ritmica; Elia Lasorsa, contrabbasso

 

17:00

Emmet Ray Manouche Orkestra

Piji, voce, chitarra ritmica; Gian Piero Lo Piccolo, clarinetto; Egidio Marchitelli, Daniele Corvasce, Lorenzo Bucci, chitarra solista; Gianfranco Malorgio, chitarra ritmica; Giuseppe Civiletti, contrabbasso

 

18:00

Taste of Jazz

WE3

Francesco Chiapperini, sax baritono; Luca Pissavini, violone; Stefano Grasso, batteria

 

19:00

Tartamella Django’s Clan

Carmelo Tartamella, chitarra solista; Jacopo Delfini, chitarra ritmica; Enzo Frassi, contrabbasso; Odilla Rey, voce

 

Largo Tunisia

15:00

Massimo Pirone “Fat Bones”

Massimo Pirone, Palmiro Del Brocco, Dino Gnassi, trombone, Federico Proietti, trombone basso; Alessandro Bonanno, organo hammond; Massimiliano Delucia, batteria

 

16:00

Rosa Brunello Los Fermentos

Rosa Brunello, basso; Michele Polga, sassofono; Frank Martino, chitarra elettrica; Luca Colussi, batteria

 

17:00

Time in Jazz (va scritto in corsivo)

Giovanni Gaias Trio

Giovanni Gaias, batteria e voce; Jim Solinas, organo hammond; Giuseppe Spanu, chitarra

 

18:00

Dario Germani & Lorenzo Corsetti “To Sky”

Dario Germani, contrabbasso; Lorenzo Corsetti, synth

 

19:00

Pierluigi Balducci New 4tet

Pierluigi Balducci, basso elettrico; Pasquale Calò, sax tenore; Fabrizio Savino, chitarra elettrica; Dario Congedo, batteria

 

Palazzo Ciolina

(Corso Principe Umberto)

15:15

Stefano “Cocco” Cantini – solo sax

 

16:00

Paolo De Falco – solo per voce e chitarra

 

16:45

Nicola Cordisco e Daniele Cordisco

duo per chitarra

 

17:30

Alessandro Tedesco e Davide Costagliola

trombone e basso

 

18:15

Daniele Di Gregorio e Gabriele Boggio Ferraris

marimba e vibrafono

 

19:00

Gianni Coscia – solo per fisarmonica

 

 

Emiciclo del Consiglio Regionale dell’Abruzzo

(Via Michele Iacobucci)

Main Stage

Presenta Gegè Telesforo

20:00

GV3 Giuseppe Vitale Trio feat. Flavia Saracino

Giuseppe Vitale, pianoforte; Stefano Zambon, contrabbasso; Edoardo Battaglia, batteria; Flavia Saracino, voce

 

20:30

Consegna Premi alla Carriera da parte di MIdJ – Associazione dei Musicisti Italiani di Jazz a Gianni Cazzola e Gianni Coscia

Segue una breve esibizione

 

21:00

Musica Nuda

Petra Magoni, voce; Ferruccio Spinetti, contrabbasso

 

21:30

Ambrogio Sparagna e i Solisti dell’Orchestra Popolare Italiana

Ambrogio Sparagna, voce e organetti; Erasmo Treglia: violino, tromba, ghironda e ciaramella; Valentina Ferraiuolo voce e tamburelli; Cristiano Califano, chitarre; Raffaello Simeoni, voce e fiati popolari

 

22:00

Simona Molinari “Loving Ella”

Simona Molinari, voce; Claudio Filippini, pianoforte; Fabio Colella, batteria; Fabrizio Pierleoni, basso; Gianpiero Lo Piccolo, clarinetto

 

22:30

Cesare Dell’Anna e “Opa Cupa”

 

 

Street Parade: Cesare Dell’Anna (street band) OPA N RRUGE KONCERT

Mo’ Better Band

Crazy Dixie Band

 

Città dell’Aquila

balconi, portici, finestre, strade:

happening estemporanei in tutto il centro storico

 

Circa l'autore

Share This