Seleziona Pagina

VIADELLIRONIA: IL NUOVO VIDEO “HO LE FEBBRE” feat. EDDA

“Ho la febbre”, il nuovo videoclip e primo singolo delle Viadellironia estratto da “Le radici del soffitto”, il debut album prodotto da Cesareo (Elio e le Storie Tese) in uscita il 20 novembre e realizzato con il sostegno di MiBACT e di SIAE nell’ambito del programma “Per Chi Crea”

“Ho la febbre” vanta il featuring di EDDA, che così inquadra la collaborazione:

“Cantare le canzoni degli altri mi mette sempre gioiezza, quindi dico grazie a VIADELLIRONIA per avermi chiamato! La collaborazione nasce, credo, da meccaniche divine: le ragazze, bontà loro, mi stimano, anche se non l’hanno mai detto, poi c’è il loro produttore, Cesareo: andavamo allo stesso oratorio. 

Conosco Davide dai tempi delle medie, quello che non sapevo è che era in combutta con mio cugino, forse il più grande teppista di piazza Grandi. Era quindi destino che si arrivasse a tanto. Di questa esperienza conservo il ricordo di Maria, che in studio e sul set del video mi tutorava durante l’esecuzione, così tutto è scivolato liscio come l’olio e adesso mi posso vantare di avere cantato con loro! 

Viva la musica che ci riunisce e ci salva tutti e tutte, anche da San Vittore.” EDDA

Queste invece le parole della band:

“Ho la febbre racconta della malinconia. Ci riferiamo ad un ammattimento emotivo, alienato, e al nostro rapporto tribolato con Milano, che ospita di mala voglia una certa tristezza. Ho la febbre racconta della difficoltà di trovarsi a proprio agio nel mondo. Collaborare con Edda è stato stupendo. Stimiamo la sua scrittura, la sua ironia tra il demenziale e il surreale, e quel lato tranchant che fa della sua voce una lama. Ha una potenza espressiva e drammatizzante esplosiva, che collabora bene con la compostezza del testo e della voce di Maria. Siamo felici anche dell’aspetto extra-musicale della collaborazione con Edda; è una persona generosa e molto affine al discorso anti machista che impernia la nostra musica.” VIADELLIRONIA

Viadellironia sono Maria Mirani (voce e chitarra), Giada Lembo (basso), Marialaura Savoldi (batteria) e Greta Frera (chitarra).

Iniziano a suonare in giovanissima età e formano il primo nucleo della band quando si incontrano sui banchi di scuola. Inizialmente votate ad un cantautorato scarno, si dedicano negli anni alla costruzione di un proprio suono, cercando ispirazione nelle direzioni più disparate, dall’elettronica alla musica classica, dal pop al punk rock, fino a raggiungere una dimensione peculiare fatta di intrecci di chitarre, sezione ritmica tesa e pulsante e testi pe(n)santi.

Prendono parte ad alcuni contest per giovani band della provincia bresciana e il loro nome inizia a girare presso gli addetti ai lavori, iniziano così a suonare nei locali e nei festival della zona, facendosi apprezzare per l’originalità della proposta, per la qualità delle composizioni, per la matrice “adulta” dei loro testi, decisamente sorprendente vista la giovane età e per la voce di Maria, che difficilmente lascia indifferenti.

Registrano e pubblicano un EP intitolato “Blu Moderno”, il quale arriva nelle mani di Cesareo, chitarrista di Elio e le Storie Tese. Cesareo rimane colpito e decide di lavorare alla realizzazione del loro primo album “Le radici sul soffitto”.

I loro numi tutelari sono Beatles, Elliott Smith, Afterhours, Baustelle e Nada, la loro dimensione ideale è il palco, sul quale sanno essere magnetiche, aggressive e intense.

 

Hukapan, storica etichetta e società di management di proprietà di Elio e le Storie Tese decide di sposare il progetto a 360° e di produrre l’album, per il quale si aggiudica il bando SIAEPer chi crea“, dedicato alle opere prime.

L’uscita di “Le radici sul soffitto” è prevista per il 20 novembre 2020.

Circa l'autore

#iorestoacasa Playlist

VIDEO

Caricamento in corso...
Share This